Finché morte non li riunisca

Sandra Mondaini

"Questo momento è tutto mio"


E’ morta Sandra Mondaini. Da quando non c’era più Raimondo, non riusciva a reggere tutta quella assenza di noia.

Sandra Mondaini è deceduta all’ospedale San Raffaele di Don Verzè, dov’era ricoverata da 120 anni.

Attrice brillante, Sandra aveva puntato sulla comicità pura, sulla recitazione e su un marito di successo.

Il debutto sul palcoscenico risale al 1949 con una piccola parte nella commedia “Ghe pensi mi”. La stessa parte che ha poi recitato per anni.

Sandra Mondaini sapeva fare un uso sapiente dei tormentoni, come la frase “che barba, che noia” e la notizia della sua morte.

Fra i personaggi interpretati senza il marito, celebre quello di Sbirulino, in cui impersonava il capo del marito.

Don Walter Magni, parroco che ha celebrato il funerale di Raimondo Vianello, racconta gli ultimi istanti vissuti con Sandra: “Le ho accarezzato la mano e ho avuto la sensazione che fosse presente”. Poi si è accorto che stava toccando la Gazzetta.

La camera ardente è stata allestita negli studi Mediaset di Cologno Monzese. A casa sua.

Sandra Mondaini lascia un vuoto incolmabile nel mondo dello spettacolo: Raimondo Vianello.


TumblrShare

Respond to this post